L'importanza e il ruolo degli Omega 3 per la nostra salute - Amicomega

BLOG

Gen
01
2019

L’importanza e il ruolo degli Omega 3 per la nostra salute

Articolo a cura della Dott.ssa Susanna Bramante, Agronomo PhD in Produzioni Animali, Consulente della Nutrizione e Divulgatrice Scientifica

Ormai li sentiamo nominare ovunque e la loro presenza negli alimenti viene ricercata di proposito dal consumatore come un ingrediente fondamentale per restare in salute: sono gli Omega 3, dei grassi insaturi benefici che hanno un ruolo indispensabile nel nostro organismo. Conosciamoli più da vicino per scoprire perché sono così importanti.

Gli Omega 3 sono grassi polinsaturi, definiti comunemente “grassi buoni”, per le loro proprietà benefiche, confermate ormai oggi da molteplici studi che evidenziano l’attività antiossidante e antinfiammatoria, in grado di aumentare lo stato di salute e di diminuire il rischio di patologie croniche e degenerative. Fanno parte da sempre dei principali composti bioattivi della nostra Dieta Mediterranea ed in particolare gli Omega 3 a catena lunga EPA e DHA sono definiti “essenziali” perché non possono essere sintetizzati dal nostro organismo.

Questo significa che devono necessariamente essere assunti attraverso gli alimenti che li contengono in ottima quantità e biodisponibilità, come gli oli di pesce, quali l’olio di fegato di merluzzo e il pesce grasso, come sardine, salmone, sgombro, alici, tonno, trota e aringhe. Anche nella carne troviamo buone quantità di questi importantissimi Omega 3, grazie ad un’alimentazione mirata degli animali, che ha consentito di conferire alla carne gli stessi benefici nutrizionali del pesce e di permettere a coloro che non lo gradiscono di non fare uso di integratori per riuscire a coprire in modo soddisfacente il fabbisogno di questi nutrienti.

C’è da sottolineare anche che gli Omega 3 contenuti nei vegetali come i semi, semi di lino, oli di semi, olio di colza e noci non sono gli stessi di quelli contenuti nella carne e nel pesce, perché a catena corta e per questo inferiori in termini di “attività biologica”. Il nostro organismo è in grado di convertire gli Omega 3 da catena corta a catena lunga, ma questa conversione non è efficiente (meno del 5%).

A cosa servono gli Omega-3?

Le funzioni che gli Omega 3 hanno nel nostro organismo sono molteplici: in particolare fanno parte dei fosfolipidi e quindi di praticamente tutte le membrane cellulari dell’organismo e sono fondamentali nel determinare la fluidità delle membrane biologiche e la regolazione del colesterolo. È scientificamente dimostrato che un’alimentazione sana basata su un’alta
percentuale di acidi grassi polinsaturi essenziali Omega 3 consente di aumentare la fluidità di membrana e ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, con conseguenze positive sulla salute cardiovascolare, anche a livello di vascolarizzazione cerebrale.

Gli Omega 3 quindi sono importanti per la prevenzione dei problemi legati al colesterolo, perché evitano il suo accumulo e quello dei grassi più pericolosi, come i trigliceridi, sulle pareti arteriose, contrastando l’indurimento dei vasi, rendendo il sangue più fluido e che circola meglio: questo permette al cuore di funzionare bene, allontanando il rischio di malattie coronariche, ipertensione, arteriosclerosi e trombosi.

La corretta funzionalità cardiaca e la significativa riduzione del colesterolo non sono gli unici benefici derivanti dall’assunzione quotidiana di Omega 3: queste sostanze sono preziosissime perché rafforzano il sistema immunitario, regolano l’aggregazione piastrinica e la vasocostrizione, influenzano il metabolismo, l’espressione genica e la comunicazione tra le
cellule, anche dei neuroni, migliorando il funzionamento dei neurotrasmettitori e quindi la trasmissione degli impulsi nervosi.

Diversi studi scientifici hanno dimostrato che una dieta a più alto contenuto di Omega 3 è stata associata ad una diminuzione del 70% della mortalità totale, a ridotta proliferazione cellulare rettale in pazienti con tumore del colon-retto, minor rischio di recidive nelle donne con cancro al seno, soppressione dell’infiammazione nei pazienti con artrite reumatoide, effetti benefici sui pazienti con asma e ridotta incidenza di malattie cardiovascolari e neurodegenerative come l’Alzheimer.

Gli Omega 3 infatti garantiscono la struttura e la funzione del cervello, aumentando la concentrazione e scongiurando disturbi comportamentali e neuropsichiatrici, come stress, depressione, nervosismo, disturbo bipolare, oltre che conseguenze negative sullo sviluppo cerebrale, sulle capacità di apprendimento, sull’intelletto e sulle abilità dell’udito, della vista e
dell’olfatto. Sono essenziali per il normale sviluppo della retina, sono coinvolti nella sintesi degli ormoni, come le prostaglandine e si trovano nei testicoli e negli spermatozoi, dunque importanti anche per la fertilità.

E se non ne assumiamo adeguate dosi?

Una carenza di questi nutrienti fondamentali, a cui vanno soggetti coloro che non consumano prodotti animali come la carne e il pesce, causa preoccupanti alterazioni biologiche, con sintomi quali astenia, patologie cutanee con pelle secca, desquamazione e psoriasi o conseguenze
anche gravi, come deficit immunitario, ritardo della crescita nei bambini, turbe della riproduzione e sterilità.
Per questo gli acidi grassi Omega 3 alimentari sono molto importanti in tutte le fasi della vita, soprattutto in quelle più critiche e delicate, come la gravidanza, in quanto sono necessari al concepimento, per supportare la normale crescita e sviluppo dei bambini, migliorandone il comportamento e la capacità di apprendimento e negli anziani contrastano l’osteoporosi e l’invecchiamento, migliorando la memoria, proteggendo dal declino cognitivo e dalla demenza senile.

Affinché gli Omega 3 esplichino al meglio le loro attività benefiche, il rapporto Omega6/Omega3 deve essere inferiore a 4 (raccomandazioni nutrizionali del Department of Health, 1994). Nella carne degli animali alimentati al pascolo il rapporto tende ad essere positivamente molto basso, avvicinandosi all’unità, ma anche nella carne contenente Omega 3ottenuta grazie ad un’alimentazione mirata degli animali si riesce a raggiungere un rapporto ottimale, garantendo non solo la perfetta copertura dei fabbisogni, ma anche tutti i benefici che ne conseguono sulla salute.

Come si ottiene questa carne con gli Omega 3? Lo vedremo nel prossimo articolo!

Dott.ssa Susanna Bramante